Hattusa: L’antica capitale degli Ittiti

Una delle attrazioni meno visitate, ma storicamente significative della Turchia, è la rovina di una città antica conosciuta come Hattusa, situata vicino Boğazkale moderna nella grande ansa del fiume Kızılırmak. La città un tempo fu la capitale dell’impero ittita, una superpotenza della tarda età del bronzo il cui regno si estendeva in tutta la faccia dell’ Anatolia e Siria settentrionale, dal Mar Egeo a ovest fino all’Eufrate a est.

L’impero ittita è menzionato più volte nella Bibbia come uno dei più potenti imperi dei tempi antichi. Erano contemporanei agli antichi egizi e un po’ al loro pari. Nella battaglia di Kadesh, gli Ittiti combatterono l’impero egiziano possente, quasi uccidendo il faraone Ramses il Grande, e costringendolo a ritirarsi in Egitto. Anni dopo, gli egiziani e gli Ittiti hanno firmato un trattato di pace, che si ritiene il più antico del mondo, e Ramses stesso ha sposato una principessa ittita per sigillare l’affare.

Hattusa-Turchia-14

Hattusa durante il suo picco. Illustrazione di Balage Balogh

Gli Ittiti hanno giocato un ruolo fondamentale nella storia antica, di gran lunga superiore sono dati credito nei moderni libri di storia. Gli Ittiti svilupparono i carri più leggeri e più veloci al mondo, e nonostante appartenessero all’età del bronzo, sono stati trasformati con l’utilizzo di strumenti di ferro.

Incredibilmente, di recente, alla fine del 20 ° secolo, gli Ittiti sono stati considerati solo per un sentito dire, dal momento che nessuna prova dell’esistenza dell’impero fu mai trovata. La situazione è cambiata con la scoperta e lo scavo di Hattusa, insieme con il rinvenimento di decine di migliaia di tavolette d’argilla che documentano molte delle attività diplomatiche degli Ittiti, il più importante dei quali è l’insediamento di pace firmato dopo la battaglia di Kadesh tra gli Ittiti e la Egizi nel 13 ° secolo aC.

Hattusa si trova all’estremità sud del Budaközü in pianura, su una rampa di salita a circa 300 metri sopra la valle. E ‘stata circondata da ricchi campi agricoli, terreni collinari di pascoli e boschi che fornivano abbastanza legna per costruire e mantenere una grande città. Il sito è stato originariamente abitato dal popolo hattiano di indigeni prima di diventare la capitale degli Ittiti intorno al 2000 aC.

Hattusa è stata in sé distrutta insieme con lo stato ittita nel 12 ° secolo aC. Gli scavi suggeriscono che la città è stata rasa al suolo, tuttavia, questa distruzione sembra aver avuto luogo dopo che molti dei residenti di Hattusa avevano abbandonato la città, portando via gli oggetti di valore nonché importanti documenti ufficiali della città. Il sito scoperto dagli archeologi era poco più di una città fantasma durante i suoi ultimi giorni.

Al suo apice, la città copre 1,8 km quadrati e comprende una porzione interna ed esterna, sia circondata da un corso massiccio e ancora visibili delle pareti, l’esterna che correvano per 8 chilometri circondano l’intera città. Il centro storico è stato occupato da una cittadella con grandi edifici amministrativi e templi. La residenza reale, o acropoli, è stato costruita su un alto crinale.

A sud porre una città esterna di circa 1 km quadrati, con i gateway elaborati decorati con rilievi raffiguranti guerrieri, leoni e sfingi. Quattro templi si trovavano qui, ogni set intorno a un cortile porticato, insieme con gli edifici secolari e strutture residenziali. Fuori dalle mura ci sono cimiteri, la maggior parte dei quali contengono sepolture a cremazione. Tra 40.000 e 50.000 persone si crede abbiano vissuto in città al culmine.

Hattusa-Turchia-3

Lion Gate in Hattusa. Photo credit: Bernard Gagnon / Wikimedia

Hattusa-Turchia-2

Porta del Re in Hattusa. Photo credit: turkisharchaeonews.net

Hattusa-Turchia-9

Sphinx Gate in Hattusa. Photo credit: Bernard Gagnon / Wikimedia

Hattusa-Turchia-15

Una moderna ricostruzione a grandezza naturale di una sezione del muro che circonda Hattusa. Photo credit: Maarten / Flickr

egyptian-ittita-trattato di pace-1

Il trattato di pace tra Egitto e ittita, in mostra al Museo Archeologico di Istanbul. Si crede sia il primo esempio di qualsiasi accordo internazionale scritto di qualsiasi tipo. Photo credit: yasin turkoglu / Flickr

Hattusa-Turchia-6

Vista panoramica della città bassa di Hattusa. Photo credit: turkisharchaeonews.net

Hattusa-Turchia-7

Via delle Processioni del complesso Grande Tempio, Hattusa. Photo credit: turkisharchaeonews.net

Hattusa-Turchia-8

Royal Citadel a Hattusa. Photo credit: turkisharchaeonews.net

Hattusa-Turchia-10

Ingresso di un tunnel di pietra chiamato Yerkapı, in Hattusa. Photo credit: turkisharchaeonews.net

Hattusa-Turchia-12

Yerkapı in Hattusa. Photo credit: turkisharchaeonews.net

Hattusa-Turchia-11

Il Yerkapi baluardo a Hattusa. Photo credit: turkisharchaeonews.net

logtwitt@FabrizioDalCol

Fonti: AmusingPlanet Wikipedia / Ancient Wisdom / UNESCO / Biblical Archaeology

Annunci