St. Pierre e Miquelon: l’ultima colonia francese in Nord America

Circa 25 chilometri al largo delle coste del Canada, nel Nord Atlantico, si trova un po ‘di Francia. È una serie di isole appartenenti all’arcipelago di Saint Pierre e Miquelon, che-nonostante si trovi quasi a 4.000 chilometri dal mainland- sono ancora sotto il controllo francese. Queste isole rappresentano l’ultimo appiglio della Francia coloniale nell’Atlantico.

Le isole di St. Pierre e Miquelon sono state una meta degli europei nel 1520, e sono diventate una colonia francese nel 1536. Per i secoli sucessivi le isole si muovevano avanti e indietro tra inglesi e francesi in quanto litigavano su chi doveva governare su una porzione geografica del continente estero. Alla fine, la Francia ha dato tutte le sue colonie nordamericane, che ad un certo punto coprivano un pezzo importante del Nord America orientale; tutto tranne le isole di St. Pierre e Miquelon, che sono ancora in mani francesi.

St-Pierre-miquelon-2

L’isola di St. Pierre. Photo credit: Gord McKenna / Flickr

L’arcipelago è composto da otto isole, per un totale di 242 chilometri quadrati. Di queste, solo due isole, St. Pierre e Miquelon, sono abitate. Il resto sono nude e rocciose, con coste scoscese, e solo un sottile strato di torba per ammorbidire il paesaggio duro. Il novanta per cento delle isole, sono popolate da 6.000 abitanti direttamente su St. Pierre, che è piccola ma ha un buon porto con acque profonde, strutture di attracco, e di un aeroporto.

Tradizionalmente, gli abitanti di St. Pierre e Miquelon si guadagnavano da vivere con la cattura del pesce ed effettuando assistenza alle flotte da pesca che operano al largo della costa di Terranova. Ma agli inizi del 1920, il divieto di vendita e il consumo di alcol negli Stati Uniti, ha inaugurato una nuova opportunità economica.

St. Pierre e Miquelon, essendo una colonia francese, è diventato il fulcro de facto per il contrabbando di liquori in Nord America. Questa nuova industria è diventata così redditizia che gli isolani hanno rinunciato alla pesca. Le fabbriche di pesce sono state chiuse, e sono diventate impianti di stoccaggio, mentre i nuovi magazzini in cemento sorsero lungo tutto il litorale. Nonostante un boom massiccio di costruzioni, gli impianti di stoccaggio erano ancora inadeguati, provocando le aziende di liquori, a pagare i proprietari di abitazioni private, per l’utilizzo dei loro scantinati come scorte. Durante i suoi bei tempi, anche Al Capone era stato li a trascorrere del tempo sull’isola.

Per quasi tredici anni, questa piccola e remota isola ha sperimentato senza precedenti una prosperità economica con la fornitura di alcol per i loro vicini a secco. Ma quando il proibizionismo si è concluso nel 1933, l’economia fiorente è crollata e gli isolani sono tornati alla pesca.

Confini Peculiar Mare

Nel 1972, è nata una controversia tra il Canada e la Francia, per il confine marittimo tra il Canada e il territorio francese di St. Pierre e Miquelon. La disputa è stata risolta nel 1992 da un arbitrato. Una zona economica esclusiva (ZEE) è stata creata intorno alle isole, premiando la Francia. La zona ha un buco della serratura insolito come forma, con 20 km di larghezza e 348 km di lunghezza, uno stretto corridoio che correva a sud delle isole. Il corridoio avrebbe dovuto dare alla Francia l’accesso alla propria ZEE in acque internazionali, senza dover passare attraverso la ZEE canadese.

St-Pierre-miquelon-map

Tuttavia, i confini non erano adeguatamente disegnati, e come evidente dalla mappa qui sopra, la zona del Canada si estende ben al di là di Francia, tagliando la via di accesso previsto.

Secondo New York Times , il confine marittimo conteneva un altro abbaglio.

Il confine marittimo, a metà strada tra St. Pierre e Terranova, può passare attraverso Green Island del Canada e il Little Green Isole appena a sud. O non può. Alcune mappe collocano tutti questi isolotti su entrambi i lati del confine, in qualche posto al confine dritto attraverso di loro – che fornisce la Francia con un terzo confine della terra asciutta nelle Americhe

St-Pierre-miquelon-MAP2

St-Pierre-miquelon-4

Le isole di St. Pierre (a destra) e Miquelon (in alto a sinistra). L’isola in basso a sinistra è Langlade. Photo credit: Doc Searls / Flickr

St-Pierre-miquelon-6

Casse di champagne stanno per essere scaricate al porto di St. Pierre. Photo credit: bayoffundy.ca

St-Pierre-miquelon-7

Casse di champagne stanno per essere scaricate al porto di St. Pierre. Photo credit: bayoffundy.ca

St-Pierre-miquelon-1

L’isola di St. Pierre. Photo credit: Gord McKenna / Flickr

St-Pierre-miquelon-3

L’isola di St. Pierre. Photo credit: Gord McKenna / Flickr

logtwitt@FabrizioDalCol

Fonte: Amusingplanet The Daily Beast / New York Times / Wikipedia

Annunci