Rosalia Lombardo: Alla mummia meglio conservata lampeggiano gli occhi

Rosalia Lombardo a soli due anni è morta di polmonite nel 1920. La sua morte prematura ha fatto sì che suo padre, col cuore spezzato, si avvicinasse al celebreimbalsamatore Alfredo Salafia, per chiedergli di conservare il corpo di Rosalia. Alfredo Salafia, un imbalsamatore abile e tassidermista, ha eseguito una ottima operazione su Rosalia che quasi cento anni dopo la sua morte, la bambina sembra essere semplicemente sonnecchiante sotto la teca di vetro nelle  Catacombe Cappuccini di Palermo, in l’Italia, dove riposa.Le sue piccole guance sono gonfie e rigide. Tufi di capelli biondi sono riuniti intorno a un nodo sopra la testa e legati da un fiocco di seta. Anche i suoi organi interni sono intatti, come rivelato le scansioni a raggi X. Soprannominata la “bella addormentata”, Rosalia Lombardo si è guadagnata la reputazione di essere una delle mummie meglio conservate al mondo.

rosalia-lombardo-4

Il corpo perfettamente conservato di Rosalia è solo una parte del fascino. I visitatori che lo vengono a vedere giurano che gli occhi della bambina lampeggiano. (in realtà qui in foto) . Questa sequenza di immagini mostra le palpebre che stranamente si aprono, con la chiusura di una frazione di un pollice. I suoi occhi azzurri sono intatti, come il resto del corpo, e può essere visto scintillante nelle basse luci all’interno delle catacombe.

rosalia-lombardo-batter [3]

Si ritiene che i cambiamenti della temperatura all’interno della cripta, provochi le palpebre a contrarsi producendo l’effetto lampeggiante. Ma il curatore delle Catacombe dei Cappuccini , Dario Piombino-Mascali, ha una teoria diversa. Piombino-Mascali ritiene che gli occhi lampeggianti di Rosalia siano una illusione ottica causata dall’ angolo dal quale la luce dalle finestre entra. Nel corso della giornata la direzione della luce cambia, Rosalia appare che apre e chiude gli occhi più volte durante la giornata.

Piombino-Mascali ha fatto questa scoperta nel 2009, quando ha notato che i lavoratori del museo si erano posati sulla bara causando lo spostamento del corpo ‘, che gli ha permesso di vedere le palpebre meglio che mai. Piombino-Mascali si rese conto che gli occhi di Rosalia non sono completamente chiusi e non lo sono mai stati.

Ma la sua vera scoperta è stata la formula segreta di Alfredo Salafia, che aveva usato per mantenere il corpo di Rosalia in condizioni impeccabili. Nel 2009, Piombino-Mascali, rintracciato dai parenti viventi di Alfredo Salafia, ha trovato in loro possesso dei documenti appartenenti a Salafia, dove aveva registrato il suo procedimento segreto.

Diversamente  tipica imbalsamazione, in cui vengono rimossi gli organi interni e le cavità vuote riempite con sali, per essiccare completamente il corpo, Salafia ha fatto una piccola puntura nel corpo e iniettato una miscela di formalina, sali di zinco, alcool, acido salicilico e glicerina. Ogni ingrediente nel miscuglio esegue un lavoro unico. La formalina uccise tutti i batteri, la glicerina assicurò che il suo corpo non si essiccase, e l’acido salicilico spazzasse via qualsiasi fungo in carne e ossa. L’ingrediente magico è stato il sali di zinco che pietrificò il corpo di Rosalia dando rigidità, che impedivano la speleologia delle guance e  cavità nasali .

La “bella addormentata” è una degli ottomila mummie delle Catacombe di Cappuccini  della Sicilia. E ‘stata una degli ultimi cadaveri ad essere ammessi alle catacombe.

rosalia-lombardo-2

Photo credit: sconosciuto

rosalia-lombardo-1

Un team di ricercatori ha svolto i raggi X sul corpo di Rosalia. Photo credit: Nat Geo

rosalia-lombardo-5

La radiografia di Rosalia mostra il suo cervello e il fegato intatto. La griglia è della bara sotto il corpo. Photo credit: Owlcation

rosalia-lombardo-6

Questa radiografia mostra chiaramente le braccia e i piedi di Rosalia. Photo credit: Owlcation

rosalia-lombardo-3

Photo credit: sconosciuto

Photo credit: losangeles1947

cattura

cattura2

Photo credit: Planète Animale

logtwitt@FabrizioDalCol

Fonti: Amusingplanet Strada Trippers / Owlcation / Science Alert / Wikipedia / Nat Geo

Annunci