Nel nord di Haiti, la Citadella Laferrière

La Citadella Laferrière, che si trova sulla cima di una montagna nel nord di Haiti, è una delle più grandi fortezze delle Americhe. La cittadella è stata costruita da Henri Christophe, che ha giocato un ruolo chiave nella rivoluzione haitiana, portando il paese ad ottenere l’indipendenza dalla Francia nel 1804. La fortezza fu costruita subito dopo la rivoluzione, tra il 1805 e il 1820, e faceva parte di un sistema di di fortificazione progettato per resistere ad ogni tentativo dei francesi di riconquistare la nazione di Haiti, divenuta da poco indipendente.

La cittadella è stata costruita diverse miglia verso l’interno in cima ad una montagna di 3.000 piedi di altezza chiamata Bonnet una L’Eveque, 17 miglia a sud della città di Cap-Haïtien. Dalla fortezza, si può vedere tutta la strada fino alla costa atlantica, e nelle giornate limpide, si può anche intravedere la costa orientale di Cuba, che si trova circa 90 miglia di distanza.

Cittadella-Laferriere-2

Photo credit: Rados AG / Panoramio

Il compound militare si estende su 10.000 metri quadrati ed è circondato da una batteria di 365 cannoni. Le scorte enormi di palle di cannone ancora siedono in pile piramidali, alla base delle mura della fortezza. All’interno, ci sono quarti viventi, cisterne e magazzini progettati per immagazzinare cibo e acqua sufficienti per sostenere 5.000 soldati per un massimo di un anno. Il forte ha avuto anche un quarto reale riservato per il re e la sua famiglia, nel caso di bisogno di un riparo.

Piuttosto che temere una invasione francese, che non è mai successa, re Enrico aveva ragioni per temere il suo stesso popolo. Era un monarca autocratico impopolare le cui politiche di utilizzo di lavoro forzato non vennero ben accolte da un sacco della sua popolazione feudale. Nel 1820,  la Cittadella è stata completata poco dopo re Enrico, all’età di 53 anni, che si è suicidato sparandosi con un proiettile d’argento piuttosto che rischiare un colpo di stato e l’assassinio. I suoi seguaci fedeli lo seppellirono in uno dei cortili interni della Cittadella per impedire ad altri di mutilare il cadavere.

La forza del Cittadella nonè mai stata testata; i suoi cannoni non hanno mai sparato. Oggi, questa colossale struttura è il simbolo di Haiti. E ‘descritto sulla valuta, francobolli, e sui manifesti del ministero del turismo. E ‘stato designato come patrimonio mondiale dell’UNESCO nel 1982.

Cittadella-Laferriere-1

Photo credit: Mariposalinda / Panoramio

Cittadella-Laferriere-3

Photo credit: Rémi Kaupp / Flickr

Cittadella-Laferriere-4

Photo credit: Alex Proimos / Flickr

Cittadella-Laferriere-5

Photo credit: Stefan Krasowski / Flickr

Cittadella-Laferriere-7

Photo credit: Ksenia Novikova / Flickr

Cittadella-Laferriere-6

Photo credit: Steve Bennett / Flickr

Cittadella-Laferriere-8

Photo credit: Kent MacElwee / Flickr

Cittadella-Laferriere-9

Photo credit: Kent MacElwee / Flickr

Cittadella-Laferriere-10

Photo credit: Kent MacElwee / Flickr

logtwitt@FabrizioDalCol

fonte: Amusingplanet

Annunci