Le Moschee incompiute di Saddam Hussein

Alla fine del 1990, con l’aumento della povertà e quattro milioni di residenti sull’orlo della carestia, l’ex leader iracheno Saddam Hussein ha deciso di spendere centinaia di milioni di dollari su tre progetti grandiosi, nel tentativo di rafforzare le sue credenziali islamiche e di preservare la sua eredità di tiranno. Solo uno dei progetti è stato completato.

La moschea Umm al-Ma’arik -Umm al-Ma’arik che significa “madre di tutte le battaglie” – è stata progettata per commemorare la Prima Guerra del Golfo del 1991-1992, e, allo stesso tempo, servire come un omaggio personale a Saddam, ovvero a se stesso . L’enorme moschea blu-e-bianca, completata nell’aprile 2001, appena in tempo per il decimo anniversario della guerra del Golfo, è piena di sottili riferimenti, ma non-così-sottili per la guerra e Saddam.

al-Rahman-moschea-4

L’incompiuta moschea di Al-Rahman a Baghdad. Photo credit: www.skyscrapercity.com

Quattro minareti torreggianti della moschea si è detto che assomigliano alla canna dei fucili Kalashnikov, mentre i quattro minareti interni sono a forma di missili Scud seduto su rampe di lancio. I minareti Kalashnikov-puntano in alto a 43 metri, e significano 43 giorni di conflitto con gli Stati Uniti che si sono verificati durante l’operazione Desert Storm. I minareti interni, che sembrano missili Scud, sono a 37 metri di altezza e rappresentano l’anno di nascita di Saddam 1937.

La cupola centrale della moschea si trova nel bel mezzo di una piscina a specchio d’acqua a forma di come sarebbe il mondo arabo, in cui c’è una rappresentazione a mosaico larga 25 piedi che identifica personalmente Saddam con una versione inserta, ingrandita delle sue iniziali a base di oro. 28 fontane della piscina, i quattro minareti interni e la loro altezza di 37 metri, nel loro insieme rappresentano la data di nascita del leader megalomane -28 aprile 1937.

Il collegamento più agghiacciante di Saddam può essere trovato all’interno della moschea. Racchiusi in teche di vetro ci sono 605 pagine del Corano che il dittatore aveva scritto, secondo la propaganda irachena, con il proprio sangue. Il custode di queste pagine dice che Saddam aveva donato 24 litri di sangue per un periodo di tre anni, ed è stato mescolato con inchiostro e conservanti, per mettere poi tutto su carta da un artista di calligrafia irachena. I media occidentali sono sprezzanti di questa affermazione dubbia e non verificabile, invece sottolineano che il sangue avrebbe potuto facilmente essere delle sue vittime “, .

Dopo la caduta di Saddam Hussein, in seguito all’invasione dell’Iraq del 2003, la moschea è stata rilevata da musulmani sunniti e rinominata Umm al-Qura moschea ( “madre di tutte le città”) .

 Umm-al-maarik-1

Umm al-Ma’arik moschea. I quattro minareti esterni sembrano missili Scud su rampa di lancio. Photo credit: SPC Jeffrey Allan Backowski II / Wikimedia

 Umm-al-maarik-3

Umm al-Ma’arik moschea. I minareti interni si dice che assomiglino alla canna dei fucili Kalashnikov. Photo credit: amjedshmr / Panoramio

 Umm-al-maarik-4

Umm al-Ma’arik moschea. Photo credit: Omar al-Tikriti / Panoramio

 Umm-al-maarik-2

Umm al-Ma’arik moschea. Photo credit: zeyadtr2 / Panoramio

saddam hussein-sangue-Corano

Imam iracheni visualizzano le 605-pagine del Corano scritti in proprio con il sangue di Saddam Hussein a Umm al-Maarik moschea di Baghdad. Photo credit: Scott Peterson / Getty Images

altre due moschee di Saddam non potevano essere completate in tempo. Una di queste moschee, il “Grande Moschea di Saddam”, doveva essere la terza più grande al mondo dopo quelle di Mecca e Medina. Sarebbe stata una replica della moschea Umm al-Ma’arik, ma cinque volte più grande. La sua cupola sarebbe stata alta 60 metri e 300 metri di diametro. Intorno alla moschea ci sarebbero state otto torri, alte ciascuna 200 metri. La costruzione di questa moschea non progredì molto, dopo lo scoppio della Guerra del Golfo Da allora, solo alcune colonne sono state erette. La moschea incompiuta sarà ora ridisegnata in un palazzo del parlamento.

Il terzo e l’ultima follia di Saddam è la moschea di Al-Rahman, che significa moschea”il Misericordioso”. Situata nei pressi del vecchio ippodromo, questa moschea massiccia ha una cupola centrale incompleta ancora a cielo aperto, circondata da otto piccole cupole, ciascuna con otto cupole ancora più piccole integrate nelle loro pareti. La gru gigante di metallo appesa immobile sopra la struttura semi-costruita come se la moschea fosse ancora in costruzione. La moschea è in questo stato di abbandono dal 2003.

al-Rahman-moschea-1

Al-Rahman moschea. Photo credit: www.skyscrapercity.com

al-Rahman-moschea-7

Al-Rahman moschea. Photo credit: www.skyscrapercity.com

al-Rahman-moschea-3

Al-Rahman moschea. Photo credit: www.skyscrapercity.com

al-Rahman-moschea-5

Al-Rahman moschea. Photo credit: Omar Chatriwala / Flickr

logtwitt@FabrizioDalCol

Fonti: Amusingplanet  Indipendente / guardiano / Global Security / Guardiano / Telegraph / Wikipedia / Wikipedia

Annunci