La tossica città fantasma di Picher

L’angolo nord-orientale dello stato americano dell’Oklahoma, una volta era leader nell’estrazione di zinco, ed era l’area più produttiva del mondo. I metalli sono stati scoperti qui nel 1914, giusto in tempo per l’aumento delle richieste di munizioni creatie per la prima guerra mondiale. Presto ci sono stati centinaia di miniere, e migliaia di persone hanno faticato a lavorare sotto terra, per sviluppare la società della città Picher. La città, insieme con le vicine città di Cardin e Treece in Kansas si sono sviluppate durante la notte.

Al suo apice, i mulini Picher ‘trattavano quasi 5.000 tonnellate di minerale grezzo al giorno. Schiacciavano il minerale in granuli fini, e  venivano fusi in una fonderia gigante, per filtrare via le impurità. Solo una frazione del minerale fuso, produceva minerali preziosi reali. I residui inutili, contaminati con metalli tossici, sono stati accatastati al di fuori delle miniere, fino a quando non è stato creato una riserva su 7.000 acri, che conteneva 70 milioni di tonnellate di sterili di miniera, e 36 milioni di tonnellate di mulino a sabbia e fanghi. Questo era a grana fine e sterile di miniera, nota come la chat, soffiava in tutta la città e la gente la respirava. Quando pioveva, il deflusso dalla chat finiva nella rete idrica locale.

picher-ghost-town-4

La strada principale di Picher. Alcuni negozi hanno ancora elementi visualizzati alle finestre. Photo credit: Jeremy / Flickr

Nel 1980, il governo ha lanciato una operazione di pulizia per rendere Picher vivibile di nuovo, ma anche a metà degli anni ’90, i due terzi dei bambini di Picher erano ancora affetti da avvelenamento da piombo. Nel 2006, il Corpo degli Ingegneri dell’Esercito ha scoperto che la città è stata gravemente compromessa da vuoti di massa, che poteva crollare da un momento all’altro. Sulla base di questo rapporto, il governo ha dato il suo verdetto finale: Picher doveva essere evacuata.

Il colpo finale è arrivato nel 2008, quando un tornado ha attraversato la città uccidendo otto persone e causando ingenti danni. Ricostruire Picher era ormai fuori discussione. L’unica opzione  è stata quella di lasciarsi alle spalle la città

picher-ghost-town-1

Picher durante i suoi bei tempi. Photo credit: Randy Corsia / Flickr

picher-ghost-town-2

Photo credit: Jeremy / Flickr

picher-ghost-town-8

La chat pile a grana fine sono instabili e pericolosamente velenose, ma a modo loro, sono belle. Photo credit:Kelly / Flickr

picher-ghost-town-3

Photo credit: Jeremy / Flickr

picher-ghost-town-6

Photo credit: Tyson Luneau / Flickr

picher-fantasma-città-7

Photo credit: Tyson Luneau / Flickr

logtwitt@FabrizioDalCol

Fonti: AmusingPlanet Wikipedia / Wired

Annunci