Il cannone e la campana: gli zar del Cremlino di Mosca

Cannoni e campane hanno sempre avuto tra loro un rapporto speciale. Sono costituiti dagli stessi metalli e spesso nella stessa fabbrica. Nel corso della storia, le campane sono state fuse per fare cannoni in tempo di guerra, e i cannoni sono stati fusi per trasformarli in campane durante i periodi di pace. Non è sorprendente, quindi, che i più grandi esemplari di entrambi, condividano gli stessi motivi del Cremlino di Mosca, e giacciono a meno di un centinaio di metri l’uno dall’altro.

Lo zar Cannon

Lo Zar Cannon è un colosso da 40 tonnellate con un calibro di 890 millimetri, considerato il più grande nel mondo. E ‘stato costruito nel 1586, dal maestro artigiano di bronzo Andrei Chekov per volere dello zar Teodoro I, il figlio di Ivan il Terribile. Purtroppo, il cannone era troppo grande per avere uno scopo pratico come sparare una solida palla di cannone dalla sua canna, che avrebbe causato un relitto. Per molto tempo, si è pensato che il cannone non fosse mai stato utilizzato, ma in ritardo dall’analisi del 20 ° secolo ha rivelato che effettivamente aveva sparato almeno una volta, magari una mitragliata, piuttosto che una palla di cannone.

zar-cannone-4

Photo credit: Jorge Lascar / Flickr

Forse, lo Zar Cannon è stato costruito per lo più come una dimostrazione di potere piuttosto che per uso militare reale. In quei giorni, i maestri Russo cannone, avevano una reputazione come tra i migliori del mondo. Hanno messo a punto modelli di armi che non avevano paralleli in Occidente. Gli armaioli russi sono stati i primi ad aggiungere scanalature nelle pareti interne dei barili, molto prima della rigatura a spirale, che è apparsa nel 19 ° secolo. Conchiglie Oblong, anteriore fisso e tacca di mira, e sistemi di carico retrocaricato sono tutte le innovazioni dei maestri Russo cannone. L’esercito russo ha inoltre mantenuto uno dei più grandi arsenali di artiglieria in Europa.

Il cannone si trovava originariamente nella Piazza Rossa da più di un secolo, prima di essere trasferito al Cremlino. Oggi, sorge montato su una piattaforma e, per effetto aggiunto, ha diverse palle grandi di cannone poste sotto la bocca di fuoco.

zar-cannone-3

Photo credit: e_chaya / Flickr

zar-cannone-2

Photo credit: Dennis Jarvis / Flickr

La Tsar Bell

Non lontano dal più grande cannone, si trova un altro mondo più grande -la Tsar Bell. Si tratta di una campana di 6 metri di altezza e 6,6 metri di diametro, e pesa circa 202 tonnellate. La sua superficie è decorata con immagini in rilievo di angeli barocchi, santi patroni, e le immagini quasi a grandezza naturale dell’imperatrice Anna e Tsar Alexey. Come lo zar Cannon, la Tsar Bell non è mai stata utilizzata. La sua costruzione è stata caratterizzata da una serie di disgrazie, che hanno causato ad entrambi una rottura o bruciatura ogni volta che si è tentato di usarle.

La campana originale era piccola rispetto a quella che oggi si trova sul Cremlino di Mosca, ma era ancora enorme a 18.000 kg. La campana si è schiantata al suolo in un incendio e si rotta in mille pezzi. Il secondo Tsar Bell, fuso con i resti della ex campana, era molto più grande a 100.000 chilogrammi. Anche questo campana fu distrutta in un incendio prima che fosse completata. La terza incarnazione della campana era ancora più grande, e pesava il doppio della prima.

Per costruire una campana di tali dimensioni e senza precedenti, una grande fossa fu scavata molto vicino a dove la campana si trova attualmente. Dopo due anni di casting, la campana era completa, e fu raffreddata dopo l’ennesimo incendio. Temendo che le fiamme danneggeggiassero la campana, le guardie hanno gettato sopra acqua fredda provocando sul metallo caldo un crack , e un enorme lastra di peso superiore a 10 tonnellate si ruppe. La campana è caduta di nuovo nella fossa di colata dove rimase per quasi un secolo. E ‘stata finalmente sollevata nel 1836 ed è stata posta su un piedistallo.

Tsar-bell-2

Photo credit: Leon Yaakov / Flickr

Tsar-bell-4

Photo credit: Jorge Lascar / Flickr

Tsar-bell-5

Photo credit: Martha de Jong-Lantink / Flickr

Tsar-bell-1

Photo credit: Alan / Flickr

logtwitt@FabrizioDalCol

fonte: amusingplanet

Annunci