Le catacombe di Odessa

Sotto la città di Odessa, in Ucraina, c’è una vasta rete di gallerie che si ritiene essere il più grande sistema di catacombe del mondo. In gran parte non mappato e diffuso a casaccio sotto la città, l’enorme labirinto di cunicoli si estende per oltre 2.500 chilometri. Se disposti in linea retta il tunnel raggiungerebbe Parigi. Per inciso, Parigi è anche il luogo in cui si trovano le seconde catacombe più grandi al mondo. Ma le catacombe di Odessa sono cinque volte più lunghe delle parigine.

E ‘difficile dire quando siano iniziati gli scavi sotto Odessa, ma le catacombe sono state notevolmente ampliate a partire dalla fine del 18 ° secolo, quando Caterina la Grande ha ordinato questo nuovo porto della città, per essere costruito in riva al mare. Una quantità incredibile di estrazione mineraria ha avuto luogo per estrarre calcare e costruire la città fuori terra. Le gallerie sono state scavate più di cento piedi sotto terra su tre diversi livelli. I nuovi alberi sono stati creati quando quelli vecchi erano a corto di calcare, ed è stato attraverso questo processo di un’intricata rete di tunnel, che cominciò a prendere forma.

Odessa-catacombe-10

Photo credit: goneva.net.ua

Mining ha continuato per tutto il 19 °  e 20 secolo°, fino allo scoppio della rivoluzione russa del 1917. Le miniere caddero nelle mani di criminali e vagabondi che hanno iniziato ad utilizzare la metropolitana per incontrare e contrabbandare merci. Un tempo questi tunnel bui e squallidi sono stati anche usati dai mercanti di schiavi.

Quando i nazisti arrivarono a Odessa e cominciarono a massacrare la popolazione della città, le catacombe servivano come nascondiglio per i partigiani sovietici che combattono le forze dell’Asse. I nascondigli sono stati trasformati in spazi confortevoli da parte dei guerriglieri. C’erano sale ricreative dove gli uomini giocavano a dama, scacchi, domino o al lume di candela. Camere di alloggio erano gli scaffali tagliati nelle pareti dove gli uomini e le donne dormivano. Le cucine sono state dotate di stufe in calcare e  il fumo venne scaricato sopra le camere vuote. C’era anche un ospedale e una sala operatoria.

Alcuni dei tunnel sono stati ricostruiti oggi, consentendo ai visitatori di vedere le esatte condizioni in cui i partigiani hanno vissuto. Al ‘Museo della Gloria Partigiana’ vicino Nerubayskoye, c’è una sezione di chilometri di catacomba disposti in modo ordinato con manichini del periodo in costume e armi arrugginite della Seconda Guerra Mondiale.

Ci sono più di un migliaio di noti ingressi che conducono nel misterioso labirinto pieno di grotte nascoste, dove gli esploratori moderni regolarmente scoprono manufatti secolari come monete, utensili, articoli di abbigliamento, pentole e utensili da cucina, fucili della Seconda Guerra Mondiale, e  vecchi giornali.

Andare nei tunnel senza una guida è estremamente pericoloso. E ‘fin troppo facile vagare nel buio e non tornare più indietro.

Odessa-catacombe-9

Mappa amatoriale di una sezione dalle catacombe di Odessa. Photo credit: Reddit

Odessa-catacombe-11

Photo credit: goneva.net.ua

Odessa-catacombe-12

Photo credit: IPAAT / Panoramio

Odessa-catacombe-1

Museo della Gloria Partigiana nelle Catacombe Odessa. Photo credit: IPAAT / Panoramio

Odessa-catacombe-2

Photo credit: IPAAT / Panoramio

Odessa-catacombe-3

Photo credit: IPAAT / Panoramio

Odessa-catacombe-4

Photo credit: IPAAT / Panoramio

Odessa-catacombe-5

Photo credit: IPAAT / Panoramio

logtwitt@FabrizioDalCol

Fonti: Wikipedia / www.wsj.com / Il Blog Bohemian / www.ukraine.com / wol.jw.org AmusingPlanet

Annunci