Le 12 sovrapposizioni nel vecchio cimitero ebraico di Praga

In passato, quando un cimitero esauriva lo spazio e non c’erano più spazi per espandere, un nuovo cimitero veniva creato con stratificazioni sul terreno delle vecchie tombe. Questo è quello che è successo nel Vecchio Cimitero Ebraico, nel quartiere ebraico di Praga. Non una volta, o due, ma dodici volte.

Il Vecchio Cimitero Ebraico è tra i più antichi sopravvissuti cimiteri ebraici nel mondo. E’stato fondato nei primi anni del 15 ° secolo, con la più antica lapide risalente al 1439. L’ultima sepoltura ha avuto luogo nel 1787. Tra queste due sepolture, per un periodo di circa 350 anni, più di 100.000 persone sono state sepolte qui impilate una sopra l’ altra fino a dodici profondi strati.

vecchio ebreo-cimitero-6

Photo credit: Sarah Ackerman / Flickr

In quei tempi agli ebrei di Praga non è stato permesso di seppellire i loro morti al di fuori del quartiere ebraico di Josefov. Anche se in passato il cimitero fu ampliato a più riprese, l’area è rimasta del tutto insufficiente per la comunità ebraica. La fede ebraica proibisce lo spostamento delle lapidi, e quando il cimitero si esaurisce lo spazio e l’acquisto di terreni non è più impossibile. Più strati di terreno sono stati collocati sulle tombe esistenti, le vecchie lapidi tolte e collocate sul nuovo strato di terreno. Oggi ci sono 12.000 lapidi visibili nel cimitero, serrate tra loro, e tutte insieme continuano a lottare per lo spazio.

vecchio ebreo-cimitero-1

Photo credit: Lauren Rauk / Flickr

vecchio ebreo-cimitero-5

Photo credit: Garrett Ziegler / Flickr

vecchio ebreo-cimitero-2

Photo credit: Ulf Liljankoski / Flickr

vecchio ebreo-cimitero-3

Photo credit: Garrett Ziegler / Flickr

vecchio ebreo-cimitero-7

Photo credit: Jacqueline Poggi / Flickr

vecchio ebreo-cimitero-9

Photo credit: Jorge Royan / Wikimedia

vecchio ebreo-cimitero-10

Photo credit: Maros M raz / Wikimedia

logtwitt@FabrizioDalCol

Fonti: AmusingPlanet  www.prague.cz / Wikipedia

Annunci