Ecco gli stipendi Rai che pagate in bolletta!

Da Claudio Messora

stipendi raiDa questo luglio, sulla bolletta elettrica, gli italiani pagheranno anche il canone della Rai. Sulla prima bolletta utile verranno addebitati almeno 70 euro, per poi raggiungere i 100 euro a fine anno, non importa che abbiate la televisione ma non guardiate la Rai. Ma per cosa pagheremo tutti questi soldi. Da domani, sul sito della Rai, saranno pubblicati gli stipendi dei dipendenti oltre i 200 mila euro. Qui sotto ne trovate alcuni, pubblicati in anteprima.

Campo Dall’Orto, Amministratore Delegato Rai: 652 mila euro all’anno e ha un contratto di tre anni;
Monica Maggioni, presidente Rai (quella della Trilaterale):  330 mila (270 mila come quota fissa da ex direttore di Rainews, 60 mila da consigliere);
Mario Orfeo (direttore TG1): 320 mila euro all’anno.
Marcello Masi (direttore TG2): 280 mila euro all’anno.
Bianca Berlinguer (direttore TG3): 280 mila euro all’anno.
Antonio Marano (presidente Rai Pubblicità): 390 mila euro all’anno.
Daria Bignardi (direttore Rai 3): 300 mila euro all’anno.
Eleonora Andreatta (direttore Rai Fiction): 270 mila euro all’anno.

Ma c’è di più: ci sono anche molti stipendi, con contratto a tempo indeterminato, che continuano ad essere pagati anche se le persone che li percepiscono non hanno ruoli attivi nell’azienda.
Eccone alcuni.

Mauro Mazza (ex direttore TG2): 340 mila euro all’anno.
Carmen Lasorella (ex volto TG1): 205 mila euro all’anno.
Anna La Rosa (ex direttore Rai Parlamento): 240 mila euro all’anno.
Lorenza Lei (ex direttore generale): 240 mila euro all’anno.
Alfredo Meocci (ex direttore generale): 240 mila euro all’anno.

Conoscete un’altra azienda che continua a pagarvi anche se non fate più niente, con soldi che non sono suoi?


logtwitt@FabrizioDalCol

fonte: byoblu

Annunci