Gli antichi acquedotti nel deserto del Perù

Punteggiano il paesaggio attraverso le valli secche del sud del Perù, vicino alla città di Nazca, in una zona famosa per le misteriose linee di Nazca, sono grandi, a spirale, le buche circondate da rocce che portano ad una rete sotterranea di antichi acquedotti. Questi acquedotti fanno parte di un sistema idraulico sofisticato contenente trincee, gallerie e pozzi -known collettivamente come puquios- che portano l’acqua da falde acquifere sotterranee fino alla superficie per uso domestico e agricolo. Anche se la loro età è ancora dibattuta, i puquios si pensa sia stato costruito dalle stesse persone che hanno creato i geoglifi di Nazca. Molti di questi sono ancora utilizzati dagli abitanti della valle.

La parte più visibile del sistema sono le spirali, fori a forma di imbuto chiamati ojos. Sulla superficie del terreno, l’apertura dei ojos conici può essere anche più ampia di 15 metri. In fondo sono circa un metro o due in tutto.Oltre a fornire l’accesso all’acqua nelle gallerie, servivano anche come ingressi nei tunnel per pulizia e manutenzione, un compito che continua fino ad oggi. I pozzi consentono anche il vento nei canali, e forzano l’acqua attraverso il sistema.

puquios-peru-1

Photo credit: Ab5602 / Flickr

L’estremità inferiore del sistema Puquio, costituito da trincee aperte che emergono dai tunnel che consentono l’accesso pubblico all’acqua per bere, lavarsi, e lavare i vestiti, così come è un mezzo per incanalarla per scopi agricoli. Queste trincee o acquedotti sono a forma di V, e spesso piene di sassi per evitare che il terreno collassi. Alcuni di queste sono trincee larghe di 10 metri di altezza, e fino a un chilometro di lunghezza.Molte delle trincee aperte vuote in piccoli serbatoi,  servono come pozzetti e punti di distribuzione.

L’esistenza e lo scopo di questi acquedotti sono stati scoperti da archeologi per un lungo periodo di tempo, ma la loro età è ancora un mistero. Poiché questi pozzetti sono stati realizzati con gli stessi materiali del terreno circostante, è impossibile datare il loro carbonio .

Puquios per la prima volta in testi storici nel 1605 negli scritti di un prete cattolico spagnolo, e alcuni credono sia una indicazione che questi acquedotti e pozzi siano stati costruiti dagli spagnoli. Ma non ci sono prove da testi spagnoli per sostenere questo. Alcuni archeologi ritengono che gli acquedotti siano stati costruiti da persone precolombiane circa 540 CE in risposta a due periodi di siccità prolungate durante quel tempo. Ma non vi è alcuna prova storica per sostenere che sia così. Non si fa menzione nella storia su entrambi le loro costruzioni o la presenza sia dopo e prima della conquista spagnola del territorio. Gli acquedotti forse possono avere  3.000 anni o essere recenti di 1.250 anni.

puquios-peru-5

Photo credit: Getty Images

puquios-peru-3

Photo credit: www.losandes.com.ar

puquios-peru-2

Photo credit: Reinhard Gloeckner / Panoramio

puquios-peru-6

Photo credit: escapedtoperu.com

puquios-peru-7

Photo credit: www.southamericatravel.agency

puquios-peru-8

Photo credit: www.southamericatravel.agency

puquios-peru-9

Photo credit: mikeruggerisnazcaera.tumblr.com

puquios-peru-10

Photo credit: Getty Images

logtwitt@FabrizioDalCol

Fonti: Amusingplanet Wikipedia / Nasca puquios e acquedotti da Donald A. Proulx

Annunci