Cipro: nell’antica città di Paphos, le più belle ville del mediterraneo

L’antica città di Paphos a Cipro, un tempo era la capitale dell’isola durante il periodo greco-romano (3 ° secolo aC al 3 ° secolo dC). In quei periodi, la città aveva alcune delle più belle ville del Mediterraneo orientale appartenenti ai governatori romani e nobili ricchi. I pavimenti di queste ville sono stati ornati con belle scene a mosaico raffigurante l’arte dell’antica mitologia greca, con raffigurazioni di divinità greche, dee ed eroi, così come le attività della vita quotidiana. I mosaici sono stati realizzati con cubetti di marmo e pietra, e la pasta di vetro è stata utilizzato per ampliare la gamma di colore che era disponibile in quei periodi. Molte di queste ville ed i loro pavimenti a mosaico sono state scoperte solo negli ultimi cinquanta anni, durante gli scavi archeologici. Molti di questi siti oggi sono ancora in fase di scavi .

I mosaici possono essere visti su principalmente su quattro case – la Casa di Dioniso, la Casa di Orfeo, la Casa di Aion, e la Casa di Teseo. Le case sono state chiamate così dopo che era stato ritrovato lì soggetto del mosaico.

paphos-mosaico-6

Photo credit: David Haberthür / Flickr

La Casa di Dioniso è la più grande e contiene i mosaici più impressionanti, quelli che rappresentano Dioniso, il dio greco del vino. La casa è stata costruita verso la fine del 2 ° secolo dC, e si presume che sia stata rovinata e abbandonata dopo i devastanti terremoti che hanno colpito l’isola nel 4 ° secolo dC. Il mosaico più importante mostra Dioniso su un carro con ninfa Akme a bere vino. Altri mosaici raffigurano la mitologia con scene di caccia d’epoca. Questi mosaici coprono circa 550 metri quadrati di pavimento.

La Casa di Orfeo è stata chiamata così dopo che il mosaico principale è stato rinvenuto all’interno, e raffigura Orfeo circondato da bestie che ascoltano il suono della lira. Altri mosaici rinvenuti comprendono uno raffigurante di Ercole, il leone di Nemea, e un altro di Amazon.

La Casa di Teseo è la più grande villa romana trovata a Cipro, costruita alla fine del 2 ° secolo,   si ritiene quindi che sia stata la casa di un governatore. La casa era in uso anche dopo il catastrofico terremoto. Il mosaico principale della casa mostra Teseo che uccide il Minotauro. Questi mosaici sono meno ben conservati e aperti.

La Casa di Aion è la più piccola, e fondamentalmente contiene un grande mosaico che mostra cinque scene. In alto a sinistra ci sono Leda e Zeus travestiti da cigno. In alto a destra la foto di ninfe con il bambino Dioniso. L’immagine centrale mostra ninfe del mare in un concorso di bellezza, per essere giudicate da Aion. Nella riga in basso Dioniso appare di nuovo in un corteo trionfale, e l’immagine finale mostra Apollo punire il perdente di un duello musicale.

paphos-mosaico-1

Photo credit: Rita Willaert / Flickr

paphos-mosaico-5

Photo credit: Alan Samuel / Flickr

paphos-mosaico-9

Photo credit: Tony Woods / Flickr

paphos-mosaico-2

Photo credit: Christopher Rose / Flickr

paphos-mosaico-3

Photo credit: Jonathan Stonehouse / Flickr

paphos-mosaico-4

Photo credit: CTO Zurigo / Flickr

paphos-mosaico-7

Photo credit: Tony Woods / Flickr

paphos-mosaico-8

Photo credit: Tony Woods / Flickr

paphos-mosaico-10

Photo credit: George Groutas / Flickr

paphos-mosaico-11

Photo credit: Carole Raddato / Flickr

Fonti: Wikipedia / www.placestotravel.info / www.paphos26.com / thekingjasonpaphos.com

Annunci