Al festival dell’Infiorata, un tappeto di fiori

Il periodo migliore per visitare l’Italia, se si vuole catturare l’incredibile della festa dell’Infiorata, è nei mesi di maggio e giugno. In questo periodo dell’anno, in particolare in occasione del Corpus Domini, molte città italiane decorano le loro strade con petali di fiori che creano belle opere d’arte che vanno da semplici disegni geometrici, fino all’elaborazione di arazzi ispirati all’arte religiosa e ai famosi dipinti.

Per creare i tappeti di fiori, il disegno viene prima abbozzato sul marciapiede con il gesso, e poi riempito con migliaia di petali di vari colori. Talvolta il suolo è usato per evidenziare il contorno del disegno. Altre volte, le sculture in legno sono usate insieme con i fiori. L’intero processo dura due o tre giorni. Spesso una processione religiosa si svolge sui tappeti di fiori dopo che sono stati completati.infiorata-festival-italy-26

Photo credit: Stefano Mortellaro / Flickr

Anche se la pratica di onorare divinità e personaggi illustri, come imperatori e guerrieri, lanciando fiori o creazioni di composizioni floreali è antica e senza data, si ritiene che l’arte di creare mosaici di fiori per le strade sia iniziato a Roma nel 1625, quando Benedetto Drei e suo figlio Peter, utilizzavano petali di fiori per decorare la Basilica Vaticana nel giorno dei santi Pietro e Paolo, patroni di Roma.

Più tardi, l’artista e architetto barocco Gian Lorenzo Bernini (1598-1680) sviluppa questa arte dei fiori in tutta Roma, usandola per le feste barocche da lui organizzate. L’usanza scomparve da Roma nel XVII secolo, ma gli abitanti dei Castelli Romani continuato ancora oggi a mantenere vive le tradizioni. Nel 1778, questa tradizione è diventata parte della celebrazione cristiana del Corpus Domini nella città di Genzano, dove un tappeto di fiori dai colori vivaci è stato fissato al centro di una lunga strada. Alla fine, varie città d’Italia iniziarono a celebrare il Corpus Domini con la creazione di tappeti di fiori.

Alcune delle migliori città per vedere il festival infiorata oggi sono Noto, Spello, Genzano, Bolsena, Brugnato, Orvieto, e l’Abbazia di Chiaravalle della Colomba, nei pressi di Fidenza.

infiorata-festival-Italia-12

Photo credit: Gian Marco Anzellotti / Flickr

infiorata-festival-Italia-1

Photo credit: Lucia Uccellatore / Flickr

infiorata-festival-Italia-4

Photo credit: Riccardo Torosani / Flickr

infiorata-festival-Italia-5

Photo credit: Riccardo Torosani / Flickr

infiorata-festival-Italia-6

Photo credit: Riccardo Torosani / Flickr

infiorata-festival-Italia-22

Photo credit: worldfest.wordpress.com

infiorata-festival-Italia-7

Photo credit: Domenica Prinzivalli / Flickr

infiorata-festival-Italia-8

Photo credit: Roberto Composto / Flickr

infiorata-festival-Italia-23

Photo credit: www.nunassisi.com

infiorata-festival-Italia-9

Photo credit: Gian Marco Anzellotti / Flickr

infiorata-festival-Italia-21

Photo credit: www.liguriaslow.it

logtwitt@FabrizioDalCol

Fonti: AmusingPlanet  Italia Magazine / About.com

Annunci