Onde mostruose attirano un forte turismo in Portogallo

La bella città di mare nella località di Nazaré, sulla costa occidentale del Portogallo, è affollata tutta l’estate di turisti che amano le sue lunghe spiagge sabbiose. Ma quando arriva l’inverno, per chi ama il brivido, il soggiorno dei visitatori è legato ad ammirare le onde del mare, anche se in questo  momento le spiagge sono pericolose. Massicce ondate si rompono all’altezza di 40 metri regolarmente lungo la costa rocciosa.

Le onde mostruose di Nazare attirano grandi surfisti da tutto il mondo, ma fino a poco tempo fa, la città e il suo potenziale surf, erano relativamente sconosciuti al di fuori dell’Europa. Nazare ha colpito i titoli dei giornali solo nel novembre 2011 quando un surfista hawaiano Garrett McNamara ha surfato un record su un’onda gigante di 78 piedi da valle a Crest. Nel gennaio 2013, McNamara tornò a Nazare eper rompere il suo stesso record cavalcando con successo un’onda che è stata stimata a 100 piedi di altezza. Più tardi, nel mese di ottobre dello stesso anno, il brasiliano eroe delle onde Carlos Burle, ha cavalcato un’onda che sembrava essere ancora più grande. Nazaré è sulla costa atlantica, e ormai è diventata un luogo leggendario nel mondo del surf.

Nazare-big-onde-3

Una massiccia ondata si rompe su Nazaré, in Portogallo. Photo credit: Jorge Santos / Flickr

Come fa Nazaré  a generare onde di dimensioni colossali con tanta regolarità? La risposta sta nella rara geografia sottomarina di Nazare. Al largo della costa di Nazare c’è il più grande burrone subacqueo d’ Europa chiamato Nazaré Canyon. Questo enorme canyon gestisce 125 miglia dalla piana abissale dell’Oceano Atlantico a meno di mezzo miglio dalla costa, che punta verso la città come una freccia. Al suo punto più profondo, il fondo del canyon è più di 3 miglia sotto la superficie e si sale rapidamente a un canyon “headwall” che va a tra 100 e 150 piedi al largo della costa della spiaggia di Praia do Norte, che è dove alcune delle onde più grandi sono frequenti.

Le onde hanno origine nel Nord Atlantico dalle tempeste giganti d’ inverno, e quando arrivano vicino Nazare, la loro energia si concentra e amplifica lo stretto canyon. Dal headwall alla linea di costa, il fondale si alza bruscamente e permette alle onde di salire davvero tutto ad un tratto. Poco prima di raggiungere la costa, il mare diventa abbastanza burrascoso e onde gigantesche si frantumano luongo le coste.

Nazare-big-onde-9

Photo credit: Pedro Miranda / Demotix

Nazare-big-onde-10

Surfer Sebastian Steudtner dalla Germania cavalca una grande onda, mentre al di sopra di una folla orologi dalle scogliere a Praia do Norte a Nazaré. Photo credit: Pedro Miranda / Demotix

Nazare-big-onde-4

Photo credit: Pedro Miranda / Demotix

Nazare-big-onde-5

Photo credit: Pedro Miranda / Demotix

Nazare-big-onde-7

Un surfista scende da una grande onda a Praia do Norte, a Nazare 11 dicembre 2014. La spiaggia di Praia do Norte ha guadagnato la popolarità con grandi surfisti: dal surfista hawaiano Garrett McNamara che ha rotto un record mondiale per la più grande onda cavalcata qui nel 2011. Foto credito: Rafael Marchante / REUTERS

Nazare-big-onde-8

Folle che guardano sulle scogliere a Praia do Norte. Photo credit: Pedro Miranda / Demotix

Nazare-big-onde-11

Onde raggiungono il faro a Nazaré come il primo grande swell dell’anno che arriva. Photo credit: Pedro Miranda / Demotix

Nazare-big-onde-12

Folle guardano i surfisti dalla scogliera a Praia do Norte. Photo credit: Pedro Miranda / Demotix

@FabrizioDalCol

Fonti: AmusingPlanet NPR / Telegraph

Advertisements