Le verdure in Alaska ? Sono giganti

La Fiera di Stato dell’Alaska si tiene ogni anno a Palmer, 42 miglia a nord est di Anchorage, e non è una fiera agricola normale. Qui i contadini della Valle di Matanuska-Susitna mostrano regolarmente verdure, ma le produce di dimensioni gigantesche – 62 Kg il cavolo,  65 Kg il melone, 35 Kg i broccoli. Sono solo alcuni dei mostri che sono sorti fuori dal suolo dell’Alaska negli ultimi anni. “Alcune verdure sono così grandi, che non è nemmeno possibile riconoscerle per quello che sono”, ha detto la sovrintendente della fiera Kathy Liska.

Perché le verdure crescono così grande in Alaska? A causa del sole.

alaska-gigante-verdure-3

Una zucca gigante e un cavolo alla Fiera Alaska State nel 2009. Photo credit

L’Alaska ha in genere una breve stagione di crescita, solo 105 giorni di media. Per confronto, la stagione di crescita della California dura quasi 300 giorni. Tuttavia, la stagione di crescita dell’Alaska non ha lunghe notti buie. Lo stato si trova in prossimità del polo nord dove gode di fino a 19 ore di sole al giorno durante l’estate e al culmine della stagione di crescita. Le ore in più di luce solare permettono alle coltivazioni dell’Alaska di mantenere solo la crescita. Anche attraverso la stagione di crescita che è mesi più breve rispetto al resto del paese, i giardinieri dell’Alaska fanno crescere alcune delle più grandi verdure nel mondo.

La spinta fotosintetica rende anche i prodotti più dolci. Le carote dell’Alaska, per esempio, passano quasi 3/4 del giorno sotto il sole  e così producono più zucchero, e solo il restante 1/4 del resto del tempo trasforma lo zucchero in amido. Le piante come cavoli, broccoli, cavolfiori, cavoletti di Bruxelles, ravanelli, rape, patate, barbabietole, carote, spinaci, lattuga etc. crescono molto bene qui.

alaska-gigante-verdure-1

Giant Cabbage Pesare-Off 2013 vincitori (con cartelli, da sinistra a destra): Scott Rob (92,1 Kg.), Keevan Dinkel (92,3 Kg. e Brian Shunskis (77,4 lKg.). I coltivatori sono uniti dalle fate cavolo, un gruppo di donne che per 15 anni hanno volontariamente partecipato al concorso cavolo. Photo credit

L’agricoltura nella valle di Matanuska-Susitna, è originariamente iniziata come esperimento nel 1930, per aumentare la produzione agricola del paese durante la Grande Depressione. Più di 240.000 acri sono stati accantonati per l’agricoltura e l’allevamento di famiglie dal Minnesota, Wisconsin, e Michigan, portati a colonizzare la terra. Ma la mancanza di infrastrutture e di indisponibilità di generi di prima necessità hanno scoraggiato i coloni, e nel 1940, oltre la metà della popolazione aveva lasciato la valle. Nel 1965, erano rimaste solo 20 famiglie . Anche se le colonie non sono state un incredibile successo, lo ha fatto lo stesso diventare abbastanza stabile per fornire prodotti lattiero-caseari e l’agricoltura. Non ha aumentato in modo significativo la popolazione della zona, ma lo ha fatto sviluppare la Valle Matanuska come la regione agricola produttiva primaria in Alaska.La stagione di crescita straordinaria e la dimensione ggantesca delle sue verdure sono ormai marchio di fabbrica della zona.

alaska-gigante-verdure-6

Alaska coltivatore Brittney Kauffman tiene due zucchine cui ha partecipato ad un concorso di verdure gigante nel 2013. Photo credit

alaska-gigante-verdure-7

Testa gigantesca di una lattuga in Alaska State Fair. Photo credit: alaskastatefair.org.

alaska-gigante-verdure-8

Dale Marshall abbraccia una zucca gigante del peso di circa 1.780 libbre all’interno di una serra a Anchorage.Photo credit

alaska-gigante-verdure-9

Ashleena Roberts detiene una renna per la scala accanto a una zucca al concorso zucca gigante Alaska State Fair. Photo credit

alaska-gigante-verdure-2

Rape giganti in Alaska State Fair 2009. Photo credit

alaska-gigante-verdure-4

Verdure al Alaska State Fair 2009. Photo credit

alaska-gigante-verdure-5

Photo credit

@FabrizioDalCol

Fonte: AmusigPlanet NPR / Alaska Visita / Wikipedia

Annunci