Il villaggio di Oradour-sur-Glane, distrutto da Waffen-SS, è rimasto come nel 1944

Il 10 giugno 1944, intorno alle 02:00, quattro giorni dopo l’invasione alleata della Normandia, circa 150 soldati delle Waffen-SS sono entrati nel tranquillo villaggio di Oradour-sur-Glane nel centro-sud della Francia. Per nessun motivo apparente, le truppe d’elite di Hitler hanno distrutto tutti gli edifici di questo villaggio tranquillo, e brutalmente assassinato 642 uomini innocenti, donne e bambini, una tragedia che è passata alla storia come uno dei peggiori crimini di guerra commessi dall’esercito tedesco nella seconda guerra mondiale.

Dopo la guerra è stato costruito un nuovo villaggio di Oradour-sur-Glane a nord-ovest del luogo del massacro, in cui i resti in rovina dell’ex villaggio, sono ancora in piedi come memoriale per i morti. Il suo museo comprende oggetti recuperati dagli edifici bruciati: orologi fermati al momento, i cui loro proprietari sono stati bruciati vivi, occhiali fusi dal calore intenso, e vari oggetti personali oltre a denaro.

Oradour-sur-Glane

Fino ad oggi non vi è alcuna spiegazione universalmente accettata che spieghi perché la SS ha agito così, o perché hanno scelto Oradour per il loro attacco. La città era lontana da qualsiasi centro di un conflitto, non era, e non era mai stata una resistenza roccaforte attiva.

C’è una teoria che dice ciò che può essere accaduto. Il 9 giugno 1944, il giorno prima della strage, un ufficio tedesco di nome Helmut Kämpfe è stato rapito dalla Resistenza e portato Breuilaufa attraverso Limoges, dove fu ucciso il giorno stesso. Mentre stava per essere guidato attraverso Limoges, Kämpfe riuscì a gettare le sue carte personali dal veicolo come un indizio per la sua sorte; sono stati trovati e consegnate al suo comandante Sylvester Stadler.

Lo stesso giorno, un altro ufficiale, Karl Gerlach e il suo autista sono stati rapiti dalla Resistenza e potrebbe essere stato preso a Oradour-sur-Vayres, a circa 35 chilometri di distanza a sud di Oradour-sur-Glane. Le due città sono molto simili per aspetto e Gerlach potrebbe avere sbagliato Oradour-sur-Glane per Oradour-sur-Vayres. Gerlach riuscì a fuggire e a riferire a Stadler quello che era successo.

Sylvester Stadler ritiene che l’ufficiale rapito Kämpfe era tenuto prigioniero a Oradour-sur-Glane. Ordinò Adolf Diekmann e ai suoi soldati di procedere a Oradour-sur-Glane e prendere una trentina di abitanti del villaggio come ostaggi per negoziare il rilascio di Helmut Kämpfe. Diekmann invece aveva ordinato che la popolazione fosse sterminata e il villaggio raso al suolo.

Stadler sentiva che Diekmann aveva superato di gran lunga i suoi ordini e iniziò una indagine giudiziaria. Diekmann è stato ucciso in azione poco dopo durante la battaglia di Normandia, e un gran numero di società terza, che aveva commesso il massacro, sono stati loro stessi ucciio in azione nel giro di pochi giorni, e l’inchiesta è stata sospesa.

Il massacro di Oradour-sur-Glane, non era l’unica azione punitiva di rappresaglia collettiva commessa dal Waffen SS: altri esempi ben documentati comprendono le città francesi di Tulle, Ascq, Maillé, Robert-Espagne, e Clermont-en-Argonne; il villaggio sovietico Kortelisy (in quella che oggi è l’Ucraina); Villaggio lituano di Pirčiupiai;i villaggi cecoslovacchi di Ležáky e Lidice (in quella che oggi è la Repubblica Ceca); le città greche di Kalavryta e Distomo; la città olandese di Putten; Città serbe di Kragujevac e Kraljevo; Norwegian villaggio di Telavåg; ed i villaggi italiani di Sant’Anna di Stazzema e Marzabotto.

Oradour-sur-Glane-10

Photo credit

Oradour-sur-Glane-1

Photo credit

Oradour-sur-Glane-3

Photo credit

Oradour-sur-Glane-4

Photo credit

Oradour-sur-Glane-5

Photo credit

Oradour-sur-Glane-6

Photo credit

Oradour-sur-Glane-11

Photo credit

Oradour-sur-Glane-12

Photo credit

Oradour-sur-Glane-13

Photo credit

Oradour-sur-Glane-14

Photo credit

Oradour-sur-Glane-9

Photo credit

logtwitt@FabrizioDalCol

Fonti: Amusing Planet 1 , 2 ,

Annunci